Napoli, trans sgozzata. Fermato presunto assassino

0
400
trans assassinata a napoli
trans assassinata a napoli

Trans uccisa a Fuorigrotta fra sabato e domenica. Fermato presunto assassino tradito da una denuncia della madre. Si tratta del trentaduenne Simone Castoro già in cura presso il dipartimento di igiene mentale dell’ASL per problemi psichici. Daniela Lourdes Falanga per Arcigay Antinoo Napoli: “Occorrono politiche d’inclusione e di contrasto dei pregiudizi”.


Di Andrea Miluzzo

È stata ritrovata in auto, con una profonda ferita alla gola, la transessuale assassinata a Fuorigrotta, in viale Giochi del Mediterraneo, nella notte fra sabato e domenica.

La polizia è accorta sul luogo domenica, dopo la chiamata di tre ragazzi insospettiti da un’auto che andava a sbattere senza controllo contro un altro veicolo. I giovani si erano avvicinati al luogo dello scontro quando hanno notato il cadavere.

Nessuna speranza di vita ormai per la transessuale, all’anagrafe Salvatore Piscopo, 63 anni.

Il 32enne fermato dopo una segnalazione della madre.

A poche ore dal ritrovamento del corpo c’è già un fermo. Si tratta del giovane trentaduenne Simone Castoro già in cura presso il dipartimento di igiene mentale dell’ASL per problemi psichici.

Pochi minuti prima del ritrovamento, scrive il Mattino “una donna di Pozzuoli era arrivata al commissariato e aveva raccontato che il figlio era rincasato in stato confusionale e con i vestiti sporchi di sangue spiegando di avere avuto un incidente e di essere andato via velocemente. I poliziotti hanno appurato che la vettura era identica a quella descritta dai ragazzi e che, sul lato sinistro, oltre a una vistosa ammaccatura e un finestrino in frantumi c’erano delle macchie di sangue all’altezza della portiera”.

È così che è scattato il fermo per il giovane. Ora gli inquirenti sono al lavoro per effettuare i rilievi che possano confermare i sospetti.

Molte le ipotesi sui possibili moventi del gesto criminale: i problemi psichici del giovane,  una rapina, una lite dopo o prima della prestazione sessuale. La strada lungo la quale è stata ritrovata l’automobile è nota per un giro di prostituzione. Non è da escludere però l’onda emulativa dei fatti legati all’omicidio Varani di Roma.

Arcigay Napoli: “Occorrono politiche d’inclusione e di contrasto dei pregiudizi”.

“Napoli – commenta in una nota Daniela Lourdes Falanga, responsabile delle Politiche Trans di Arcigay Napoli – prima di qualsiasi città europea è messa alla prova ancora una volta e diventano fondamentali quelle politiche di inclusione che prevedono azioni per contrastare il pregiudizio, case d’accoglienza pronte ad ospitare, nel caso di qualsiasi eventualità, donne e uomini trans, lavoro, scuola, formazione, servizi socio-sanitari dedicati”

Facebook Commenti

commenti

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro + sei =