Caos in Senato, Cirinnà: “Pronta a chiudere carriera politica”

2
1051
monica cirinna abbraccia valeria fedeli
monica cirinna abbraccia valeria fedeli

Mentre nell’aula del Senato è il caos più totale, la senatrice Monica Cirinnà, firmataria del DDL sulle unioni civili manifesta il suo sgomento e si dice pronta ad abbandonare la carriera politica.


Di Emanuele Longobardi.

Il fatidico giorno di ieri, martedì 16 febbraio, si è trasmorfato in un vero inferno politico per il DDL Cirinnà, dopo che il Movimento 5 Stelle ha annunciato di votare contro l’emendamento Marcucci, il famoso canguro che avrebbe fatto decadere molti emendamenti ostruzionistici dell’opposizione. La seduta era stata rinviata ad oggi, quindi, con la speranza che la notte avesse portato buoni consigli.

Seduta di mercoledì tra riunioni e rinvii.

Lo scenario apocalittico di ieri sembra ripetersi anche oggi, con i grillini che chiedono a gran voce il voto nonostante la loro contrarietà al canguro, gettando così l’aula nel caos più totale. Tra riunioni di capigruppo e un paventato rinvio a data da destinarsi, lo scacco matto per i diritti civili sembra essere stato giocato proprio da coloro che lamentavano nei mesi scorsi una mancata presa di posizione del Governo in merito.

Cirinnà: “Pronta a chiudere carriera politica”.

“Pronta a chiudere carriera politica, ho sbagliato a fidarmi del M5S e pagherò”. Queste sono le lapidarie parole della relatrice del DDL sulle unioni civili che porta il suo nome: “Pagherò per essermi fidata del M5S e mi prendo la responsabilità politica. Ma va chiarita la genesi di questo accordo: il testo è stato scritto e sottoscritto da me, Lumia e Tonini. L’ accordo c’era, anche stepchild era nei nostri programmi. Sono pronta a chiudere qui la mia carriera politica, a togliere firma da legge se compromesso al ribassoLa senatrice PD ha dichiarato che qualora la proposta di legge dovesse soffrire di ulteriori ribassi, toglierà la sua firma e lascerà il mondo della politica, evidentemente disgustata dai giochetti politici e sadici in atto in queste ore nell’aula del Senato.

Il futuro del DDL Cirinnà è incerto quanto mai prima d’ora ma una cosa è sicura: la discussione di questo disegno di legge ha riportato agli occhi dei cittadini la totale inettidudine di un sistema politico mortificante per il mondo civile.

Facebook Commenti

commenti

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 + 7 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.