Family Day – Kiko Arguello shock: femminicidio conseguenza inevitabile se lei va con un’altra donna. Il video

2
1265

Non volevamo credere a frasi estraniate dal contesto fin quando non abbiamo avuto modo di verificare quello che dice realmente.

Sabato 20 giugno si è svolto a Roma l’appuntamento degli omofobi antigay chiamato Family Day. Ebbene quello che esce dalla bocca di Kiko Arguello, fondatore del cammino neocatecumenale, uno degli oratori cui hanno permesso di lanciarsi in invettive dal palco contro le persone LGBT, è realmente agghiacciante, disgustoso, fuori da ogni logica, aberrante, pericoloso e in un certo senso rischia di istigare alla violenza contro le donne, dato che pare che alcuni casi giustificherebbero l’uccisione di moglie e figli, anzi sarebbero un’inevitabile conseguenza, legata, secondo natura, all’antropologia umana.

Ecco il passaggio più controverso del suo discorso pronunciato dalla piazza del Family Day:

Ma se la moglie lo abbandona e se ne va con un’altra donna quest’uomo può fare una scoperta inimmaginabile, quella moglie gli ha tolto l’essere amato, non lo ama più e sperimenta il fatto di non essere amato, questo si chiama l’inferno. Quest’uomo sente una morte così profonda che il primo moto è quello di ucciderla e il secondo moto è quasi come il dolore che sente, quasi mistico, siderale e orroroso, è piombato in un buco nero eterno e allora pensa: “Come posso far capire a mia moglie il danno che mi ha fatto? La sofferenza che ho? Che questo (cioè l’omosessualità della moglie) è orribile?” Uccidere i bambini. E va a uccidere i bambini.

Questa non è omofobia. Questa è proprio pazzia. Ecco il vero volto del fanatismo religioso e il vero volto del Family Day.

Volete insegnare questo ai vostri figli? Volete questo per i vostri figli?

Facebook Commenti

commenti

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

3 × 4 =