Grillo M5S: Gente muore per taglio di diritti civili

0
1105

10247206_303923703089170_8802433169400220744_n

Dopo ripetute sollecitazioni Beppe Grillo è tornato a precisare la linea del Movimento contro l’omofobia e il chiaro impegno per i diritti civili. Nel corso dell’intervista ad Alberto Airola, avevo auspicato una presa di posizione pubblica di Grillo sul contrasto all’omotransfobia e sull’impegno ufficiale del Movimento a favore dei diritti civili, fermamente convinto che, essendo Grillo un bravo comunicatore e plasmatore d’opinioni, un suo impegno diretto potesse essere in grado di sensibilizzare, in questo modo, tantissimi suoi sostenitori che potrebbero essere omofobi. Dopo quell’intervista sono arrivati, in ordine:

1) l’inserimento della foto dell’iniziativa del bacio fra i parlamentari 5S (per contestare il massacro della legge sul contrasto all’omofobia ad opera dei partiti di maggioranza) nel video di presentazione di un anno di attività parlamentare.
2) il continuo ribadire della linea direttiva “Nessuno deve rimanere indietro” in tutte le interviste.
3) infine, il riferimento ai diritti civili in questo post che ha avuto tantissima risonanza. E’ un adattamento di “Se questo è un uomo”, di Primo Levi, che denuncia il dramma della situazione italiana.

Ecco il passaggio che ci riguarda:


Considerate se questo è un Paese
che vive nel fango
che non conosce pace, ma mafia
in cui c’è chi lotta per mezzo pane e chi può evadere centinaia di milioni
di gente che muore per un taglio ai suoi diritti civili, alla sanità, al lavoro, alla casa
nell’indifferenza dell’informazione

Facebook Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dieci − 7 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.