Unioni civili sotto il fuoco cattolico. Renzi: “No a stralcio stepchild adoption. Legge va fatta”

0
463
unioni civili matteo renzi con bagnasco
unioni civili matteo renzi con bagnasco foto ALESSANDRO DI MEO

Unioni civili sotto l’attacco del fronte dell’estremismo cattolico. Ma, in seguito all’appello dei 30 teodem contro la stepchild adoption e all’appello dei 535 giuristi a favore, dopo la mobilitazione nazionale indetta per il 23 gennaio dalle associazioni LGBT e il Family day dei fondamentalisti ultracattolici, Renzi dichiara: “No a stralcio stepchild”


di Flavia Viglione.

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha ribadito ai senatori a lui vicini che nessuno stralcio della stepchild adoption va fatto.

Il premier argomenta così il suo no alla richiesta dei cattolici del PD di stralciare la stepchild adoption: “Si va in Aula e si vota, non esistono altre opzioni”.

La parte del PD che si oppone alla stepchild adoption è, inoltre, meno numerosa di quanto possa sembrare, ma questo ostracismo renderà comunque il partito non unito al momento della votazione.

Renzi chiarisce che “Ci sono divisioni trasversali su questo tema in tutti i gruppi parlamentari. Per questa ragione la libertà di coscienza è giusta. Ognuno voterà come si sente sulla stepchild adoption, ma non si può sopportare oltre questa situazione vergognosa, che ci vede isolati rispetto alle altre democrazie occidentali”.

C’è però chi è convinto che la legge possa soffrire di un altro ‘stop’, a causa dell’indizione del Family Day a soli due giorni dal presunto inizio della discussione in Senato del ddl unioni civili, che potrebbe influire sulla convinzione del premier a portare avanti questa normativa.

Quest’ombra, che fa capolino sulla scena della già elevata preoccupazione generale, sembra però essere smentita da Renzi.

Del resto – oltre che dalla mobilitazione nazionale del 23 gennaio indetta da alcune associazioni LGBT, che coinvolgerà più di 40 piazze italiane – la spinta dei teodem è stata già ampiamente stroncata, sia nei numeri, che nell’autorevolezza delle voci, dal lievitare delle firme di giuristi, magistrati, avvocati, accademici, su un appello che invita il Parlamento a regolarizzare l’istituto della stepchild adoption nell’interesse supremo dei minori, in quanto fondamentale per assicurare la continuità affettiva ai figli di coppie che esistono già.

Facebook Commenti

commenti

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × cinque =