Noi, una generazione in attesa perenne di una risposta

0
328

Blog di Jeyel


In quanti hanno paura del NO? In molti, me compreso. Preferiamo rimanere nel dubbio e conservare la nostra dignità piuttosto che sentirci dire che non sono interessati. Ma quale interesse cercheranno mai queste persone? Sono tutti dei veggenti, i maghi allora veramente esistono! Siamo giustificati anche dal fatto che associamo il NO ad un due di picche e già quel simbolo ha qualcosa di macabro: un cuore nero, ribaltato, con una punta di freccia che sembra ferirlo… Wow, che Dario Argento abbia curato la grafica di questa carta? Probabile, perché l’ansia che proviamo nell’attesa di una stupida risposta è paragonabile ad una scena con un’altissima suspense, in un film horror..

attesaLa società gaia, come quella etero, per una buona parte, è un po’ superficiale. Ma noi in più, come se non bastasse, abbiamo anche il timore di essere essere illusi ed usati come jolly; messo dove vuoi, quando vuoi, tanto sta bene con tutto, come il nero del picche.

Poi ci sono quelle persone che vorrebbero ma non possono. Io sono del parere che volere e potere non possono stare nella stessa frase se si annullano a vicenda, però questi soggetti, ancor prima di provare, innalzano una muro di ‘mattoni’.

Ci sono troppe cose complicate per cercarne una che dovrebbe racchiudere solo semplicità e sicuramente esiste qualcuno che come me è stufo di questa situazione e si sta scoraggiando!

Fatevi forza ragazzi! Vi invito a non smettere mai di credere, perché se continuiamo a provare troveremo la nostra scala di cuori, possibilmente solo con un re, una donna e senza un terzo jack. Riusciremo perfino a trovare la persona della quale non ricorderemo l’aspetto fisico o il “seme”, ma solo le sensazioni che ti fa provare.

Dobbiamo capire chi merita i nostri assi nella manica e chi no.

Se pensate bene, è inutile regalare una carta a noi importante ad una scimmia, lei preferirà sempre e comunque una bella banana.

Facebook Commenti

commenti

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

19 − due =