Online il nuovo sito di LGBT News Italia

1
860
LGBT News Italia sito d'informazione LGBT
LGBT News Italia: sito d'informazione su mondo e cultura LGBT

Da oggi è online il nuovo sito di LGBT News Italia. Tempo di bilanci e di futuro.


Finalmente ci siamo riusciti. Qualcosa scalpitava da tempo. Era il nuovo aspetto di LGBT News Italia.

Una nuova organizzazione dei contenuti e una maggiore fruibilità del sito. Sono stati questi gli obiettivi del prezioso progetto di restyling realizzato da Roberta Fenci e dal team del BobaLab, con professionalità, entusiasmo e dedizione.

Tutto è nato con un semplice click. «Leggendo e sfogliando gli articoli – scrive Roberta nel suo articolo di presentazione – ho notato un pulsante “collabora“. Ed ho fatto un semplice click. Nella pagina che si è aperta, ho letto la frase “Non è più tempo di aspettare che altri facciano per te…“.

Quella frase mi ha messo un po’ in subbuglio.
Dovevo condividere questo mio disagio ed ho immediatamente riunito il BobaLab. Ho detto agli altri: “Non è che se stiamo qui, lì, a leggere e ad arrabbiarci, poi le cose cambiano da sole. Possiamo fare qualcosa anche noi!”».

Grazie infinite a Roberta che si è impegnata, gratuitamente, per regalarci questo nuovo abito.

Un grazie immenso va ad Alessandro Occhipinti che ha elaborato il logo di testata de sito, come il logo ufficiale di LGBT News, senza chiedermi alcun compenso. Perché anche lui ci crede.

Primi bilanci.

LGBT News è online dall’ottobre del 2014. Nato come pagina Facebook, cresciuto come blog a firma unica, oggi forse non esisterebbe senza il contributo di preziosi collaboratori. Flavia Viglione, Christian Moretti, Mario Bonfanti e tanti altri.

Quello che ci tiene insieme? La voglia di fare. Nonostante la giovane età. Nonostante le sbavature tipiche dell’esuberanza giovanile. Nonostante gli impegni di lavoro, che ci costringono a pause forzate. Potrei dire, anche, nonostante il giusto tempo da dedicare a fidanzati e fidanzate. Che ringrazio. Perché a volte, con immensa pazienza, ci aspettano a tavola, con un piatto di pasta fredda, mentre abbiamo un articolo da finire, con qualcosa da raccontarci.

È difficile e impegnativo andare avanti. I momenti di sconforto sono tanti. Soprattutto perché abbiamo lavori precari alle spalle, senza stabilità economica. C’è ancora chi studia. Portare avanti il sito così, senza compensi, richiede motivazioni quasi irrazionali. Se non fosse per il desiderio di contribuire a determinare il nostro futuro, senza fermarsi a guardare.

Alcuni consigli per leggere LGBT News.

Siate indulgenti con noi. La nostra età media è di 30 anni. Non siamo perfetti. E c’è sempre da imparare, fin quanto dura la vita.

Siate comprensivi con noi. Non ci giudicate. Non ci “snobbate” per il solito binomio italico giovane = inaffidabile. Perché siamo imperfetti. Stiamo imparando sul campo. Stiamo partendo dal campo.

La genesi.

Ho aperto da solo LGBT News nell’ottobre del 2014. Avevo idee, ma non avevo affatto né mezzi, né capacità per realizzarle.
 
Ho avuto solo la spudoratezza di buttarmi, in pasto ai giudici. Senza pensar troppo alle critiche. Non mi è mai importato tanto. Anzi mi piacciono. Quelle superficiali, perché mi divertono e quelle profonde perché mi insegnano. 
Sì, sono stato un pazzo. Se oggi rileggo gli articoli che scrivevo, il linguaggio, le imperfezioni, lo stile, per niente giornalistico, la rabbia fra le righe, mi metto le mani ai capelli. Se dovessi correggerli, taglierei quasi tutto. Però poi rido e dico “Che coraggio!”.
 
Se un giorno forse avrò tempo leverò i passaggi più imbarazzanti. Altrimenti va bene così. Sono comunque parte di me.

Concedeteci l’assoluzione…

Siate misericordiosi, soprattutto nei miei confronti. E rimettetemi i peccati.

Rifletto spesso su di me. So che a volte posso sembrare spavaldo, o arrogante, o superbo. Non sono così. Spesso è solo bisogno di condividere gioie, di comunicare felicità, soddisfazione per un traguardo raggiunto. Per autoconvincermi d’avercela fatta, in barba al senso d’inadeguatezza.

Ma è anche un modo per compensare insicurezze e per esorcizzare paure. Bisognerebbe sempre andare oltre le apparenze, prima di condannare senza appello.

Credetemi, sono pienamente consapevole dei miei limiti, dei miei errori, delle mie sbavature. E mi scuso se questo non traspare.

Avrei bisogno, forse, di un po’ di comprensione in più, soprattutto da parte di chi è più grande. Consigli, aiuti, materni, paterni. E di quello sguardo con cui guardiamo un bimbo che sta per cominciare a camminare. E che sebbene cada, si faccia male e pianga, continua a rialzarsi, perché vuole imparare, senza rinunciare.

Non ci siamo messi insieme da professionisti. Ci siamo uniti, in questo progetto, con la voglia di crescere insieme ad LGBT News e di prestare un servizio alla comunità.

Spero che fra di voi ci siano tante persone che un giorno ci aiuteranno.

Grazie a tutte e a tutti!

Facebook Commenti

commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteNon è più tempo di aspettare: la genesi del nuovo sito
Articolo successivoQuando l’informazione diventa resistenza
Andrea Miluzzo
Sono nato a Catania il 9 gennaio 1987 e ho una laurea in Lettere Moderne. Finita l'università sono partito per Firenze, città in cui attualmente vivo. Qui, nel dicembre 2013 mi sono specializzato in Filologia Moderna. Nel luglio 2014 ho ideato il progetto di LGBT News Italia, nato prima come semplice Pagina Facebook. Poi, a ottobre 2014, è nato il sito web di cui attualmente sono responsabile.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

17 + dodici =