Chiesa e pedofilia: una piaga da 600 denunce l’anno

0
1019
ratzinger e pedofilia
ratzinger e pedofilia

Sono 600 le denunce annuali per abusi su minori dichiarate dalla Chiesa cattolica. I preti espulsi in dieci anni sono stati 900. La pedofilia rimane una piaga dai numeri esorbitanti.


Di Flavia Viglione.

Stando a dati forniti dal Vaticano nel 2013, il picco di denunce sugli abusi di minori da parte del clero si ebbe nel 2004, quando si toccò l’apice di 800 denunce in un anno. Soprusi che, diffusi pericolosamente in tutto il mondo, hanno avuto anche negli ultimi anni una media annuale di 600 (quelli solamente dichiarati). Senza contare, poi, le inchieste giudiziarie iniziate dalla magistratura civile.

Uno scandalo di porzioni così grandi che portò già Papa Benedetto XVI a scoprire le carte in tavola ed attuare una tolleranza zero, come ha continuato a fare anche Papa Francesco che, durante questi tre anni di pontificato, ha optato per azioni ferree sull’argomento, come ad esempio quella di processare in Vaticano un Nunzio, il caso di Jozef Wesolowski.

Il Vaticano rese noto inoltre, in occasione dell’Inchiesta aperta presso l’ONU dal Comitato contro la tortura, nel 2014, che in dieci anni, tra il 2004 e il 2013, è arrivato ad ammontare a 900 il numero di componenti del clero allontanati dalla gerarchia ecclesiastica e dall’esercizio del loro ministero sacerdotale.

Oltre alle enormi cifre dei Paesi coinvolti in casi del genere, sono ancora più esorbitanti i numeri delle somme risarcite in alcune situazioni per crimini compiuti da componenti ecclesiastici.

Per quanto riguarda la Chiesa degli Stati Uniti, si contano 3 miliardi di dollari spesi in terapie, patteggiamenti e spese legali, solamente negli ultimi 10 anni, in scandali riguardanti reati usciti allo scoperto e in cui si sono coinvolte le Corti di Giustizia.

Di questo parla il film vincitore dell’Oscar, Spotlight, che racconta il caso di Boston.

L’ex cardinale Bernard Francis Law, ha lasciato una situazione difficile all’attuale cardinale della città americana, Sean Patrick O’ Malley, che per ripagare le vittime della pedofilia ha deciso di vendere il palazzo vescovile scegliendo di vivere in una residenza ordinaria.

O’ Malley è stato inoltre emblematicamente scelto da Papa Francesco per presiedere la Commissione vaticana per la pedofilia.

Facebook Commenti

commenti

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × uno =