Spari al Gay Village. Panico tra la folla

1
1338

Arriva in moto all’ingresso e apre il fuoco.
Nessuna matrice ideologica o terroristica. Solo il gesto di un folle. Al momento si fa strada l’ipotesi del regolamento di conti, o del gesto intimidatorio dopo una rissa tra bande.


Un motociclista vestito di nero col viso nascosto dal casco integrale ha sparato contro gli uomini della sicurezza del Gay Village. L’uomo è arrivato in sella a una moto, vestito di nero e con viso coperto e ha esploso tre colpi. Subito la fuga. Si sono perse le sue tracce.
Non ci sono feriti.

La rissa.

Nel corso della serata una quindicina di ragazzi si erano massacrati di botte. Poi la zuffa era stata sedata dagli uomini della sicurezza ed era tornata la normalità.

Gli spari.

Ma all’improvviso, alle cinque del mattino, nel parcheggio si sentono esplodere tre colpi di pistola. Su via delle Tre Fontane, dove c’è un’uscita secondaria del Village, si scatena il panico.

La fuga.

Gli uomini della sicurezza si precipitano fuori dalle recinzioni, ma il centauro era riuscito a scappare.

«Abbiamo paura» dicono gli organizzatori.

A terra è stata rinvenuta l’arma.

Sul posto giunge la squadra del commissariato che adesso indaga sul movente del gesto criminale e cerca di risalire all’identità dell’uomo.

Facebook Commenti

commenti

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × cinque =